Benvenuto

Abbazia Santa Maria di Pulsano

Instaurata sul colle di Pulsano nel VI secolo per opera del monaco-papa San Gregorio Magno, l’Abbazia Santa Maria di Pulsano, con i suoi eremi circostanti, è stata sino ad oggi, con alterne vicende storiche, luogo di monaci, anacoreti e cenobiti, orientali e latini.

Notizie in primo piano

Le ultime notizie dalla nostra comunità.
ULTIMA PUBBLICAZIONE

Lectio Divina

Categoria : Categoria: monastero

Gv 11,1-45; Ez 37,12-14 (leggi 37,1-14); Sal 129; Rm 8,8-11

    I temi delle precedenti Domeniche convergono in felice sintesi nell’odierna celebrazione: Gesù, sorgente dell’acqua viva (III) e della luce (IV), è Colui che conferisce la vita a chi crede in Lui. Le tre letture sottolineano la medesima realtà: solo la forza dello Spirito fa rifiorire la speranza, scioglie i legami della morte e restituisce la vita in pienezza. La risurrezione di Lazzaro è ancora segno della realizzazione della nuova creazione e della nuova alleanza promessa da Ezechiele: Gesù freme davanti alla prima creazione, piombata nel disordine, nella morte e nella dissoluzione; la sua passione, morte e risurrezione ad opera dello Spirito lo proclamerà signore della morte e della vita. La lettura pasquale dell’Evangelo di oggi è profetica e attuale per noi che misticamente rinasciamo nello Spirito di Cristo e perciò siamo chiamati a vivere secondo lo Spirito una esistenza nuova: morti al peccato, vivi per Dio (seconda lettura). Anche se oggi più che mai la civiltà umana lotta disperatamente contro la decadenza e la dissoluzione, la speranza cristiana afferma ancora la possibilità di un mondo nuovo, perché la potenza di Dio si è rivelata vincitrice in Cristo. L’Eucaristia, che pur non possiamo celebrare a causa del “divieto” nella lotta al virus Covid-19, è comunque ancora più che mai celebrazione di una Vita fatta dono, diventa forza di risurrezione se il cristiano ne assimila i contenuti spirituali: farsi, come Cristo, pane spezzato per la vita del mondo. Il Dio dei cristiani, il nostro Dio, non è «il dio dei morti, ma dei vivi», perciò il suo desiderio e tutto il suo piano di salvezza consisterà in un lento e paziente lavoro, per riportare la vita laddove l'uomo aveva causato la morte. A quest'opera di nuova creazione, anche l'uomo, però, deve contribuire liberamente e fedelmente. Le letture di questa Domenica ci fanno conoscere...   [audio mp3="http://www.abbaziadipulsano.org/wp-content/uploads/2020/03/V-Dom.-Quaresima-A-2020.mp3"][/audio]   Per scaricare il file audio della Lectio cliccare QUI Per scaricare il file .doc cliccare il pulsante bianco in basso[...]
Leggi o ascolta tutto

La comunità per vocazione originale si assume la povertà evangelica e la rinuncia ai beni in vista del Regno di Dio.

Preghiera

Preghiera liturgica e silenzio, ovvero il tempo per ascoltare la voce di Dio.

Scuola di Iconografia

Scuola di Formazione Permanente in Iconografia presso l’Abbazia.

Pubblicazioni

scriptorium che ha pubblicato diversi testi sull’abbazia e sul suo fondatore.

Sostieni Pulsano

Pulsano è di tutti, grazie al sostegno di ognuno. DONAZIONI
Le Voci

Dei Padri del Deserto

Disse un anziano: “Senza la sorveglianza delle labbra è impossibile all’uomo progredire anche in una sola virtù; poiché la prima delle virtù è la sorveglianza delle labbra”.